Sito dedicato alle Aziende Associate


                    
       
         Blog: http://blog.it.fujitsu.com/ 

 

 

Vai ai casi di successo

Link alla sezione dedicata

Comune di Vicenza

Mercati:
Enti locali

Il cliente

Il Comune di Vicenza serve una popolazione di oltre 113mila cittadini e rappresenta la quarta località più popolosa della regione Veneto. Il suo territorio si estende per circa 80 km². L’ente impiega circa un migliaio di dipendenti e, oltre a espletare le funzioni amministrative tipiche delle strutture comunali, presiede anche il Centro Servizi Territoriali Vicentino, al quale fanno capo 43 comuni. Il settore dei sistemi informativi è composto da 26 persone. Vicenza è oggi anche il sesto comune italiano non capoluogo di provincia per quantità di open data rilasciati.

La sfida

In un contesto nazionale sempre più orientato al controllo e al contenimento delle risorse destinate alle Pubbliche Amministrazioni locali, la razionalizzazione delle spese tocca in modo diretto anche le infrastrutture tecnologiche che presiedono l’erogazione dei servizi interni agli enti e ai cittadini. Al Comune di Vicenza, l’esigenza di consolidamento di un parco server numeroso e disperso si è accompagnata alla necessità di semplificare la gestione dell’infrastruttura e garantire la scalabilità correlata all’evoluzione dei servizi digitalizzati erogati.

La soluzione

Il processo di consolidamento, basato sulla virtualizzazione dei sistemi, è in corso da tempo al Comune di Vicenza, ma ha subito un’accelerazione con la decisione di dotarsi di un server Fujitsu PRIMERGY BX900 con dodici lame iniziali, per procedere alla progressiva sostituzione delle oltre trenta macchine ancora presenti nel data center o nelle sedi periferiche dell’ente: “Negli ultimi anni sono aumentate le procedure informatizzate – spiega Marcello Missagia, Direttore Sistemi Informatici SIT e statistica – e questo ci ha spinti a una riorganizzazione improntata alla riduzione di costi e consumi energetici, ma anche alla flessibilità legata al costante aumento delle esigenze di prestazioni”. L’implementazione del nuovo Sistema, già potenziato con quattro nuove lame, sta supportando il processo di innovazione e allargamento dei servizi. Il progetto GIT, per la condivisione e l'incrocio di banche dati allo scopo di rendere più efficace la lotta all'evasione fiscale, ha di recente vinto il premio “E-government: i campioni del riuso” allo SMAU di Padova.

I benefici

Due sono le sfide essenziali per le Pubbliche Amministrazioni locali di questi tempi. La razionalizzazione delle spese di gestione deve necessariamente coniugarsi con il miglioramento dei servizi telematici al cittadino in termini di maggiore efficienza, sicurezza e affidabilità. Il Comune di Vicenza aveva già individuato nella virtualizzazione la strada per ottenere risultati tangibili in entrambe le direzioni, ma il salto di qualità è avvenuto con la decisione di basare tutto il sistema informativo su una sola unità centrale. La scelta di implementare il blade server Fujitsu PRIMERGY BX900, dotato di 12 lame, ciascuna con 128 GB di RAM e 2 processori Intel XEON ed espandibile fino a 18 unità, ha consentito di ottenere maggiori performance per l'intero sistema informatico comunale in termini di scalabilità (cioè la capacità di rispondere efficacemente a incrementi anche temporanei di accessi), affidabilità ed efficienza energetica. A beneficiarne sono stati prima di tutto gli utenti interni, che, senza alcun disservizio, hanno constatato di poter far girare più velocemente le applicazioni. Il progetto è tuttora in fase di completamento, ma la parte più critica dell’infrastruttura è stata già migrata sul nuovo sistema blade: “L’obiettivo finale è di far dipendere da questa unità circa sessanta server virtuali – illustra Missagia – per la maggior parte funzionanti in ambiente open source. La scelta ci ha consentito di liberare spazio e risorse per altri impieghi, oltre a portare a una riduzione stimata dei costi di consumo energetico nell’ordine del 60%”. L’evoluzione tecnologica ha consentito anche di mantenere all’interno dell’IT tutti i processi e i relativi dati, in buona parte sensibili. La scalabilità della tecnologia PRIMERGY BX900 ha accelerato il processo di digitalizzazione dell’ente. Se l’anagrafe online è già attiva dal 2012, ora sono stati avviati diversi nuovi progetti, che comprendono aggiornamenti importanti per il sistema delle paghe e i servizi sociali, un utilizzo molto più intenso della posta elettronica, la sostituzione massiccia dei flussi cartacei con quelli digitali. Tra le novità recenti, vanno segnalati la disponibilità delle pratiche edilizie e degli albi via Web, il rilascio di permessi ZTL e la disponibilità di open data: “Vicenza è il sesto comune non capoluogo di regione in Italia per quantità di data set resi disponibili – sottolinea Filippo Zanetti, assessore alla semplificazione -. Oggi ne abbiamo oltre cento, soprattutto di natura cartografica e statistica. Anche così si migliora la trasparenza nei rapporti fra cittadini e pubbliche amministrazioni”.

Un ruolo di rilievo va attribuito al progetto GIT, sistema informatico per la condivisione e l'incrocio di banche dati (ad esempio con l’Agenzia delle Entrate o la Guardia di Finanza) allo scopo di rendere più efficace la lotta all'evasione fiscale, di cui Vicenza è ente sviluppatore. Il progetto, realizzato insieme a Comune di Milano e Regione Umbria, potrà essere utilizzato anche da altri comuni che ne faranno richiesta. Il progetto ha di recente vinto il premio “E-government: i campioni del riuso” allo SMAU di Padova.

Il ruolo del partner

Alla base della scelta del Comune di Vicenza di dotarsi del blade server PRIMERGY BX900 c’è la proposizione presentata dal Fujitsu Circle Partner Advnet (www.advnet.it), capace di vincere la gara grazie al miglior punteggio tecnico della soluzione proposta e l’evidenziazione dei vantaggi connaturati all’architettura del sistema. Le competenze consulenziali e progettuali del partner hanno consentito di seguire nel modo migliore il processo di migrazione e di riorganizzazione anche delle componenti applicative, in chiave di semplificazione e continuità operativa: “Il nostro rapporto con l’ente è consolidato da anni - spiega Daniele Masi, sales & marketing director di Advnet – e per questo abbiamo potuto fornire il nostro apporto in tutte le fasi del progetto, già a partire dalle fase di analisi”.

Conclusione

Il Comune di Vicenza può essere preso a emblema di una Pubblica Amministrazione italiana virtuosa e capace di soddisfare le esigenze di contenimento dei costi, senza penalizzare l’innovazione e la qualità dei servizi erogati all’interno della propria struttura, alla rete di relazioni istituzionali (a partire dai 43 comuni facenti capo al CST Vicentino) e alla cittadinanza. In questa logica, la scelta di utilizzare la tecnologia blade di Fujitsu, unita a un ambiente open source a una spinta virtualizzazione, ha consentito di raggiungere risultati già misurabili in termini di prestazioni e ampliamento dei servizi erogati. Seguendo la stessa filosofia, l'ente dovrebbe a breve avviare anche il progetto di realizzazione di un sito di disaster recovery, riutilizzando in parte i sistemi dismessi dal data center centrale.

Fujitsu
Fujitsu è tra i fornitori leader di soluzioni IT business per il mercato globale. Con circa 175.000 dipendenti a supporto di clienti in 70 Paesi, Fujitsu combina un team globale di esperti in sistemi e servizi con un'offerta di prodotti e soluzioni IT e di comunicazione, altamente affidabili, e di prodotti di microelettronica avanzata per fornire valore aggiunto ai propri clienti. Con sede a Tokyo, Fujitsu Limited (TSE:6702) ha registrato un fatturato di 4.6 trillion yen (US$47 billion) nell’esercizio conclusosi il 31 marzo 2009.
Per maggiori informazioni, visitate il sito: http://www.fujitsu.com

Fujitsu Technology Solutions
Fujitsu Technology Solutions è il maggior fornitore europeo di infrastrutture IT. Presente in tutti i principali mercati in Europa, Medio Oriente e Africa e in India, la società si rivolge alle aziende di grandi, medie e piccole dimensioni e ai consumatori finali. Attraverso un approccio denominato Dynamic Infrastructures, Fujitsu Technology Solutions propone un portafoglio completo di prodotti, soluzioni e servizi IT che si estende dai sistemi client alle soluzioni per i Data Center, dalle infrastrutture gestite (Managed Infrastructure) fino alle infrastrutture erogate sotto forma di servizio (Infrastructure-as-a-Service). Fujitsu Technology Solutions conta più di 10.000 dipendenti ed è parte del gruppo globale Fujitsu.

Per maggiori informazioni, visitate il sito: http://ts.fujitsu.com/aboutus 

 

Media contacts

Esegui ricerca

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

Power by Kalì