Sito dedicato alle Aziende Associate

A fine 2017 le startup innovative sono 8.391, coinvolgono più di 45mila persone, e fatturano 760 milioni.

È online la 14a edizione del rapporto trimestrale sui trend demografici e le performance economiche delle startup innovative italiane, realizzato dalla DG per la Politica Industriale del Ministero dello Sviluppo Economico e da InfoCamere, la società informatica del sistema camerale.

Il 31 dicembre 2017 le startup innovative registrate erano 8.391, 460 in più rispetto a tre mesi fa, e quasi 1.000 in più rispetto allo scorso 30 giugno.

Quasi una startup italiana su quattro è localizzata in Lombardia, che si avvia a superare la soglia delle 2.000 imprese iscritte; di queste, 1.370 hanno sede a Milano e aree limitrofe. Altre regioni con una presenza considerevole di startup innovative sono il Trentino-Alto Adige (l’1,17% del totale delle società di capitali) e le Marche (0,91%).

Dal punto di vista occupazionale, al 30 settembre 2017 le startup innovative coinvolgevano nel complesso 42.247 persone tra soci e addetti. Dal momento che tra settembre e dicembre si è verificato un incremento record del numero di soci (oltre 3.000 in più), si può affermare con certezza che, quando saranno disponibili i dati sul numero di dipendenti per il quarto trimestre 2017 (trasmessi con tre mesi di ritardo rispetto all’effettiva rilevazione), il personale complessivamente impiegato dalle startup avrà ampiamente superato quota 45.000. Per un raffronto, 12 mesi fa tale numero era inferiore di oltre 10.000 unità.

Dal punto di vista dei parametri di bilancio – che fanno riferimento all’anno fiscale 2016 – va premesso che essi sono disponibili solo per sei startup su dieci: una quota significativa delle startup attualmente iscritte ha completato il proprio primo esercizio solo a fine 2017.

Pur presentando un valore della produzione medio contenuto (155mila euro), fisiologico presso realtà di recente costituzione, le startup innovative attualmente iscritte hanno espresso nel 2016 un fatturato complessivo considerevole: 761.450.401 euro, oltre 35 milioni in più rispetto a tre mesi fa.

Altra peculiarità che emerge dall’analisi dei bilanci delle startup è la spiccata tendenza a investire: il rapporto tra immobilizzazioni e attivo patrimoniale risulta infatti pari al 27,24%, esattamente 8 volte più elevato rispetto alla media delle società di capitali “tradizionali”.    

Esegui ricerca

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

Power by Kalì