Sito dedicato alle Aziende Associate

Cambio tattica ransomware, ora l’attacco è via Dropbox

Ondata TorrentLocker in Europa

Milano, 10 Marzo 2017 – Il ransomware TorrentLocker, dopo un periodo di silenzio, è tornato. I laboratori Trend Micro, leader globale nelle soluzioni di sicurezza informatica, hanno scoperto nuove varianti che utilizzano account Dropbox compromessi come metodo di infezione. Questo è un nuovo metodo di attacco ed è in linea con quello che avevamo pronosticato nelle nostre previsioni per il 2017.

Il periodo di silenzio di questo ransomware è servito ai cybercriminali per escogitare nuove strategie. L’attacco TorrentLocker inizia ad esempio con una fattura via e-mail da parte di un fornitore. La fattura però non si trova in allegato ma è accessibile attraverso un link Dropbox che contiene riferimenti e numeri di conto per farla sembrare autentica. TorrentLocker, utilizzando Dropbox come un link URL, può aggirare i sensori gateway nel momento in cui non è presente un allegato e il link è di un sito legittimo.

Quando l’utente clicca il link, scarica sul computer un file JavaScript (JS_NEMUCOD) mascherato da fattura e quando apre questa finta fattura un altro JavaScript viene scaricato ed esegue TorrentLocker. Una caratteristica rilevante delle nuove varianti di TorrentLocker è che sono pacchettizzate come sistema di installazione NSIS per evitare di essere rilevate, tecnica utilizzata da altri ransomware importanti come CERBER, LOCKY, SAGE e SPORA.

Nel periodo compreso tra il 26 febbraio e il 6 marzo la Smart Protection Network Trend Micro ha rilevato 54.688 e-mail spam che contenevano URLs diretti a 815 diversi account Dropbox. Il grosso dell’attacco sta colpendo l’Europa, concentrandosi nei giorni lavorativi tra le ore 09:00 – 10:00, momento in cui vengono controllate le e-mail per la prima volta nella giornata. Molte aziende utilizzano Dropbox per il trasferimento dei file e questo può far cadere i dipendenti in trappola.

Trend Micro sta collaborando con Dropbox per risolvere questa criticità.

La notizia completa è disponibile all’interno del blog Trend Micro

Esegui ricerca

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

Power by Kalì