Sito dedicato alle Aziende Associate

Exprivia: primo semestre ricavi a 67,6 milioni (73,6 nel 2015), EBITDA 4 Mln

  • RICAVI: 67,6 MILIONI DI EURO (-8,1% RISPETTO AI 73,6 DEL 2015)
  • EBITDA: 4,0 MILIONI DI EURO PARI AL 6,0% DEI RICAVI (6,9 NEL 2015)
  • EBIT: 1,9 MILIONI DI EURO PARI AL 2,9% DEI RICAVI (3,8 MILIONI NEL 2015)
  • EBT: 0,5 MILIONI DI EURO PARI AL 0,8% DEI RICAVI (2,6 MILIONI NEL 2015)
  • POSIZIONE FINANZIARIA NETTA IN MIGLIORAMENTO DI 5 MILIONI DI EURO

05 agosto 2016. Il Consiglio di Amministrazione di Exprivia - società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana [XPR.MI] – ha approvato in data odierna la relazione semestrale al 30 giugno 2016, redatta secondo i principi contabili internazionali (IAS/IFRS) ed in particolare con il principio IAS 34.

Risultati Consolidati del primo semestre 2016

Al 30 giugno il Gruppo Exprivia chiude con ricavi a 67,6 milioni contro i 73,6 del primo semestre 2015 (-8,1%) e con un EBITDA passato da 6,9 milioni del 2015 (9,4% dei ricavi ) a 4,0 milioni del 2016 (6,0% dei ricavi). L’EBIT consolidato è pari a 1,9 milioni di Euro, 2,9% dei ricavi consolidati, contro i 3,8 milioni del 2015. L’EBT consolidato è pari a 0,5 milioni di Euro, 0,8% dei ricavi consolidati, contro i 2,6 milioni del 2015. La Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2016 è negativa per 31,4 milioni di Euro in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2015 quando era negativa per 36,3 milioni di Euro. Il Patrimonio Netto del Gruppo al 30 giugno 2016 è pari a 72,5 milioni rispetto ai 73,4 al 31 dicembre 2015.

La dinamica dei ricavi stata causata principalmente dalle aree estero e BPO. Il BPO, come già rilevato alla fine del 2015, registra il ritardo nell’avvio di una importante commessa nel mercato specifico, che sul primo semestre dell’anno incide per 2,6 milioni di ricavi e 0,6 ml di EBITDA che, tuttavia, verranno recuperati nella seconda parte dell’anno. Il perimetro estero è ancora fortemente segnato da effetti macroeconomici dei paesi in cui opera il Gruppo, registrando una contrazione pari a 1,5 milioni di ricavi e 0,6 di EBITDA.

Riguardo alle linee di business: il settore Energy&Utilities risente degli effetti della contrazione degli investimenti dovuta alla volatilità dei prezzi delle materie prime, che hanno portato i grandi clienti a politiche di cost saving. Tiene il mercato della Sanità che registra l’ingresso a regime di commesse di grandi dimensioni. In sostanziale tenuta il mercato delle banche e della finanza, anch’esso significativamente condizionato dalle dinamiche recenti che hanno interessato il settore. In crescita significativa il mercato delle Telco (+9,9%) che conferma il rapido sviluppo dei nuovi approcci alla trasformazione digitale. In crescita il mercato dell’industria che continua a registrare la graduale ripresa degli investimenti nel tessuto delle medie e grandi aziende italiane.

I costi sono in diminuzione su tutte le voci, tuttavia, tale diminuzione è inferiore a quella dei ricavi. Nel primo semestre dell’anno sono rilevabili i costi incrementali del piano di welfare aziendale “Exprivia Peoplecare” che si ritiene produrrà i propri effetti positivi a partire dai prossimi trimestri.

Risultati della Capogruppo

I ricavi nel primo semestre 2016 sono pari a 31,1 milioni di Euro contro i 34,4 dello stesso periodo del 2015 (-9,6%). L’EBITDA è pari a 1,6 milioni di Euro, 5,2% dei ricavi, contro i 2,6 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. L’EBIT è positivo per 0,9 milioni di Euro, 2,8% sui ricavi, contro il valore registrato nell’anno precedente quando era pari a 1,1 milioni. L’EBT è pari a 3,3 milioni di Euro, 10,7% sui ricavi, contro il valore registrato nell’anno precedente quando era pari a 3,1 milioni. La Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2016 è negativa per 23,7 milioni di Euro, in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2015, quando era negativa per 26,3 milioni di Euro. Il Patrimonio Netto al 30 giugno 2016 è pari a 73,9 milioni di Euro, in crescita rispetto ai 72,5 al 31 dicembre 2015.

“Forte della consapevolezza che la diffusione sempre più pervasiva delle tecnologie digitali, la disponibilità di nuove applicazioni basate sui big data e la mobilità, la convergenza fra tecnologie per le telecomunicazioni e informatica nel cloud, prefigurano uno scenario di investimenti, soprattutto nel comparto della media e grande impresa che sempre più ha bisogno di affrontare la sfida della trasformazione digitale”, afferma il presidente e a.d. del Gruppo Exprivia Domenico Favuzzi, “La società ritiene che il contesto economico, pur nella sua alta volatilità, consenta di prefigurare scenari di crescita che consentiranno il recupero del gap rilevato nel primo semestre.”

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Gianni Sebastiano, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

 

CONTATTI
Exprivia SpA
Responsabile Comunicazione e Investor Relations
Dott.ssa Alessia Vanzini
e-mail: alessia.vanzini@exprivia.it
Tel. +39 0228014.1
Fax. +39 022610853

 

 

Esegui ricerca

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

Power by Kalì