Sito dedicato alle Aziende Associate

Indra sviluppa insieme a Mywigo la prima soluzione di monitoraggio in cloud di dispositivi mobili su scala mondiale

  • MyWiGo World automatizza i servizi di supporto tecnico e di manutenzione, facilita la gestione delle riparazioni e delle configurazioni dal dispositivo stesso e consente di accedere al servizio di geolocalizzazione e blocco dell’apparato in caso di smarrimento o furto
  • Indra ha iniziato la fase pilota del servizio, che sarà disponibile a fine anno per gli smartphone di MyWiGo, tra cui i nuovi 4G
  • La soluzione è stata sviluppata con tecnologia GPaaS di Indra e installata su piattaforma cloud di Google

Roma, 11 novembre 2015.- Indra e MyWiGo Smartphones hanno sviluppato il primo sistema di monitoraggio in cloud su scala mondiale. Dopo quasi un anno di lavoro, le due società hanno iniziato la fase pilota di MiWiGo World. Il sistema sarà ad uso esclusivo dei possessori dei dispositivi mobile MyWiGo - tra cui i nuovi 4G - in oltre 15 paesi di Europa, Africa e America Centrale. Le due società hanno annunciato il rilascio di questa soluzione la prima settimana di Novembre durante l’evento di presentazione della nuova generazione di dispositivi mobili della società: il MyWiGo Magnum 2 e il MyWiGo UNO.

MyWiGo World è stato sviluppato con tecnologia GPaaS di Indra su piattaforma cloud di Google, in base all’accordo firmato recentemente tra le due società; tale partnership consente di coniugare i vantaggi dei modelli cloud pubblici e privati offrendo soluzioni innovative. Secondo Jonathan Fatevich, CEO di MyWiGo, “grazie a questo sistema unico ed esclusivo, sviluppato da Indra, che sfrutta la garanzia di sicurezza della piattaforma di Google, MyWiGo si posiziona all’altezza delle soluzioni delle grandi multinazionali tecnologiche”.

Gestione da remoto e automatizzata

La tecnologia implementata consentirà a MyWiGo di gestire in modo automatizzato le informazioni di una community crescente di centinaia di migliaia di dispositivi, nonché di offrire agli utenti, attraverso i propri smartphone, molteplici servizi ed applicazioni di supporto tecnico e contenuti in cloud. La soluzione è stata progettata per il sistema Android, utilizzato da tutti gli smartphone MyWiGo. 

Ad esempio, il sistema consente di impostare i parametri variabili di monitoraggio dei dispositivi mobili, quali: lo stato dell’hardware, il consumo della batteria, l’utilizzo delle applicazioni di uso più frequente – tramite la ricezione dati dagli smartphone collegati. Inoltre, facilita la gestione da remoto delle anomalie segnalate dagli utenti e delle richieste di ripristino dei dispositivi.

La soluzione permette poi di raccogliere i dati a fine statistico, e metterli a disposizione di MyWiGo. La società sarà quindi in grado di proporre nuovi servizi e prodotti al passo con le esigenze della clientela, e di migliorare in tempo reale l’offerta esistente.

Altri servizi

Il sistema è anche collegato alla piattaforma web di content management di MyWiGo per inviare agli smartphone pubblicazioni, notizie, promozioni e tutorial. Inoltre, consente l’accesso ad un marketplace per scaricare app, giochi e servizi esclusivi. Un'altra novità importante per gli utenti di MyWiGoWorld è il servizio di geolocalizzazione e blocco dei dispositivi, che offre anche la possibilità di impostare il PIN di blocco sullo schermo e di cancellare tutti i dati del dispositivo attraverso le funzionalità di Google.

GPaaS: quattro anni nel Magic Quadrant

La piattaforma GPaaS consente la distribuzione, l’installazione  e l’utilizzo  di applicazioni in cloud as-a-service. Permette inoltre ai programmatori di ottimizzare le fasi di sviluppo del software, riducendo notevolmente i tempi grazie ai benefici dei modelli cloud computing.

Alcuni esempi di servizi offerti da GPaaS sono: la gestione unificata delle piattaforme Cloud, permettendo alle aziende la scelta tra gli standard e le offerte migliori e facilitando la migrazione tra le infrastrutture; lo sviluppo rapido di applicazioni web di processi per PMI e aziende, ecc. Un altro importante servizio è la migrazione in Cloud di applicazioni che richiedono l’ottimizzazione delle risorse per garantire il normale funzionamento a fronte di un aumento degli utenti (ad esempio, il lancio di un nuovo prodotto attraverso campagne pubblicitarie).

Nel 2015, Gartner ha inserito per il secondo anno la tecnologia GPaaS di Indra nel Magic Quadrant (MQ) “Enterprise Application Platform as a Service” nella sezione “Visionari”. GPaaS è stata comunque presente per ben quattro anni nei Magic Quadrant della società di consulenza: nel 2011 e 2009 è stata riconosciuta nella sezione Visionari del  Magic Quadrant “Enterprise Application Server”.

MyWiGo

MYWIGO Smartphones è la società spagnola punto di riferimento per i prodotti tecnologici. La sua principale linea di business è la progettazione, sviluppo e distribuzione di dispositivi di alta tecnologia in tutto il mondo.

Tutti i prodotti di MyWiGo abbinano all’alta qualità una straordinaria innovazione tecnologica ed un design personalizzato che risponde alle necessità di ogni utente.

La sua espansione internazionale ha collocato MyWiGo in un’ampia area di business, presente in oltre 15 paesi in Europa, Africa e America Centrale.

La nuova generazione di smartphone rappresenta un passo in avanti nella sua competitività tecnologica, che consentirà alla società di essere all’altezza dei più grandi produttori del mercato internazionale.

Indra

Indra, presieduta da Fernando Abril-Martorell, è una delle principali multinazionali di consulenza e tecnologia in Europa e in ’America Latina. La società offre soluzioni di business, servizi di Tecnologia dell’Informazione e sistemi integrati per i propri clienti nel mondo. Indra ha un modello di business differenziale basato sulle proprie soluzioni (circa il 65% del totale del fatturato 2014) con clienti leader in numerosi paesi.  Nell’esercizio 2014 ha avuto ricavi per un valore di 2.938 milioni di euro, 39.000 professionisti, con una presenza locale in 46 paesi e progetti in 149 paesi.

In Italia Indra ha sedi a Roma, Milano, Napoli, Bologna e Matera e offre soluzioni e servizi di alto valore nei settori Finance; Energia e Utilities; Telecomunicazioni; Pubblica Amministrazione e Sanità; Industria e Media; Trasporto e Traffico; Sicurezza e Difesa. La Società ha un Software Lab a Napoli connesso ad altri 22 Software Lab che operano in Europa, Asia e America Latina come avanzati laboratori di R&S.

Indra

Indra è una delle principali società di consulenza e tecnologia a livello mondiale per le operazioni di business dei propri clienti di tutto il mondo. Sviluppa un’offerta tecnologica completa di soluzioni proprietarie e di servizi all’avanguardia ad alto valore aggiunto. A questa offerta si aggiunge una cultura unica di affidabilità, flessibilità e adattabilità alle esigenze dei propri clienti. Indra è leader mondiale nello sviluppo di soluzioni tecnologiche nei settori: Sicurezza e Difesa, Trasporto e Traffico, Energia e Industria, Telecomunicazioni e Media, Finanza, Pubblica Amministrazione e Sanità. Attraverso la sua business unit Minsait risponde alle sfide della trasformazione digitale. Nel 2016, Indra ha avuto ricavi per un valore di 2.709 milioni di euro, 34.000 professionisti, con una presenza locale in 46 Paesi e operazioni commerciali in più di 140 Paesi. Dopo l’acquisto di Tecnocom, Indra ha avuto nel 2016 ricavi congiunti pari a oltre 3.200 milioni di euro e un team di circa 40.000 professionisti.

In Italia Indra ha circa 700 professionisti che lavorano presso le sedi di Roma, Milano, Napoli e Matera. La società ha sviluppato competenze avanzate in ambiti innovativi come Content & Process Technologies, Customer Experience Technologies, Solutions Architects e Data & Analytics, che consentono di offrire una solida offerta di soluzioni e servizi ad alto valore aggiunto nei mercati in cui opera. Indra ha localizzato in Italia il proprio centro di sviluppo globale di soluzioni Customer Experience, completando il posizionamento attraverso il Centro di Produzione di software di Napoli, che interagisce con altri 23 centri che operano in Europa, Asia e America Latina come poli avanzati di R&S. Nel 2016, la società ha presentato in Italia Minsait, la business unit che risponde alle sfide che la trasformazione digitale pone alle aziende e alle istituzioni italiane.

Esegui ricerca

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

Power by Kalì