Sito dedicato alle Aziende Associate

Indra sviluppa un emulatore che replica le reti satellitari in laboratorio

  • Il sistema consente di misurare e valutare in terra le prestazioni di una rete satellitare prima della messa in opera nello Spazio
  • La soluzione sta analizzando la rete Iris di comunicazione satellitare in fase di sviluppo dall’ESA e che sarà utilizzata per migliorare le comunicazioni tra aerei, centri e torri di controllo del traffico aereo

Roma, 22 giugno 2016 - Indra ha sviluppato AINE (Advance IP Network Emulator), una piattaforma all’avanguardia che consente di analizzare nel laboratorio le prestazioni delle reti IP di comunicazioni satellitari al fine di valutare e misurare il loro deployment.

Sempre più contenuti vengono trasmessi utilizzando reti satellitari multimediali IP. L’emulatore di Indra consente di valutare  - dalla terra, prima del loro lancio nello spazio – le capacità della rete per garantire il corretto funzionamento delle applicazioni. In questo modo è possibile determinare gli investimenti necessari, il numero di applicazioni che potranno utilizzare la rete e la qualità del servizio.

L’emulatore AINE di Indra offre la misura in tempo reale della banda larga utilizzata, il ritardo e il “jitter”, ovvero, il rumore delle comunicazioni tra due punti.

L’origine di questa piattaforma risale all’analisi - realizzata da Indra nel 2004 – delle prestazioni di AmerHis, il driver di accesso a Internet del satellite Amazonas di Hispasat.

Da allora Indra ha valutato il sistema in altri progetti di R&D dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Inoltre, il sistema è stato anche utilizzato per valutare diversi modi di integrazione tra le reti satellitari e le reti terrestri attraverso lo standard multimedia IP (IMS).

Attualmente AINE viene utilizzato dal progetto SESAR, pilastro tecnologico del futuro Cielo Unico Europeo, che migliorerà il traffico aereo in Europa. All’interno di questo ambizioso programma, la soluzione Indra sta emulando il sistema di comunicazioni satellitari Iris, in fase di sviluppo dall’ESA, che permetterà agli aerei di comunicare e inviare dati ai centri ed alle torri di controllo.

In questo senso, AINE consente di analizzare l’integrazione delle comunicazioni satellitari in un sistema a connessioni multiple, che utilizza in modo congiunto il satellite ed altre tecnologie terrestri di comunicazioni.

Indra

Indra è una delle principali società di consulenza e tecnologia a livello mondiale per le operazioni di business dei propri clienti di tutto il mondo. Sviluppa un’offerta tecnologica completa di soluzioni proprietarie e di servizi all’avanguardia ad alto valore aggiunto. A questa offerta si aggiunge una cultura unica di affidabilità, flessibilità e adattabilità alle esigenze dei propri clienti. Indra è leader mondiale nello sviluppo di soluzioni tecnologiche nei settori: Sicurezza e Difesa, Trasporto e Traffico, Energia e Industria, Telecomunicazioni e Media, Finanza, Pubblica Amministrazione e Sanità. Attraverso la sua business unit Minsait risponde alle sfide della trasformazione digitale. Nel 2016, Indra ha avuto ricavi per un valore di 2.709 milioni di euro, 34.000 professionisti, con una presenza locale in 46 Paesi e operazioni commerciali in più di 140 Paesi. Dopo l’acquisto di Tecnocom, Indra ha avuto nel 2016 ricavi congiunti pari a oltre 3.200 milioni di euro e un team di circa 40.000 professionisti.

In Italia Indra ha circa 700 professionisti che lavorano presso le sedi di Roma, Milano, Napoli e Matera. La società ha sviluppato competenze avanzate in ambiti innovativi come Content & Process Technologies, Customer Experience Technologies, Solutions Architects e Data & Analytics, che consentono di offrire una solida offerta di soluzioni e servizi ad alto valore aggiunto nei mercati in cui opera. Indra ha localizzato in Italia il proprio centro di sviluppo globale di soluzioni Customer Experience, completando il posizionamento attraverso il Centro di Produzione di software di Napoli, che interagisce con altri 23 centri che operano in Europa, Asia e America Latina come poli avanzati di R&S. Nel 2016, la società ha presentato in Italia Minsait, la business unit che risponde alle sfide che la trasformazione digitale pone alle aziende e alle istituzioni italiane.

Esegui ricerca

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

Power by Kalì