Sito dedicato alle Aziende Associate

Microsoft e la Divisione SMS&P: un alleato per l’adozione del Cloud Computing

Secondo una ricerca Microsoft-Ipsos Mori, il 53% delle piccole aziende italiane ritiene il Cloud sempre più importante per il proprio successo, ma il 42% non possiede un IT Manager. In questo scenario, Microsoft intende offrire una guida alle PMI italiane e promuoverne l’innovazione attraverso un ecosistema di Partner qualificati

Milano, 3 Ottobre 2013 – Microsoft Italia presenta gli obiettivi della Divisione dedicata alle PMI e ai Partner, che sotto la guida di Vincenzo Esposito, Direttore da giugno 2013, ha l’obiettivo di promuovere la digitalizzazione delle PMI italiane facendo leva su un ecosistema di partner competenti radicati sul territorio.

Principale priorità della divisione guidare le PMI italiane nel processo di adozione del Cloud Computing, come strumento di competitività per l’intero Paese. Una recente ricerca Microsoft-Ipsos Mori[1] dimostra infatti che il Cloud è un elemento differenziante: le piccole imprese che ne fanno già uso si rivelano le più innovative e propense a investire in tecnologia per far fronte al difficile momento socio-economico. In particolare il 47% ritiene che l’IT giochi un ruolo chiave per il successo dell’organizzazione e il 70% concorda sul valore delle proprie soluzioni IT per lavorare in modo efficiente.  L’atteggiamento delle piccole imprese italiane è nel complesso sempre più positivo rispetto al Cloud Computing e la maggior parte è convinta che il Cloud diventerà sempre più importante per il loro successo (53%), percentuale ben più alta rispetto al dato dell’Europa occidentale (33%). 

Consapevole del ruolo chiave delle PMI all’interno del tessuto economico italiano e del valore del Cloud Computing come traino per l’innovazione, Microsoft si impegna quindi con la nuova squadra a promuovere la diffusione del Cloud in questo segmento di mercato. In Italia si assiste di fatto a un crescente interesse per il Cloud Computing e quasi la metà (44%) del campione dichiara di far uso di un qualche servizio cloud, in linea con il dato dell’Europa Occidentale (45%) - tipicamente sono le aziende più giovani e dotate di almeno di un addetto IT quelle più propense ad adottare il cloud. I servizi cloud più ampiamente diffusi sono la posta elettronica (67%), la condivisione di documenti (50%), l’archiviazione di dati/back up (37%), la messaggistica istantanea (31%). Nei prossimi mesi quasi un terzo delle piccole aziende (29%) considera probabile dedicare più budget IT al cloud, principalmente quelle che lo hanno già adottato e che quindi ne riconoscono il valore. Fattori determinanti per decidere di puntare sul cloud vengono considerati: la sicurezza (75%), la semplicità (74%) e la business continuity (72%) in primo luogo.

Nel complesso le PMI italiane si mostrano sempre più propense all’adozione del cloud, ma secondo la nostra esperienza sono spesso sprovviste delle risorse necessarie per dar vita a progetti d’innovazione tecnologica e hanno bisogno di una guida. Del resto, come emerge dalla ricerca Microsoft-Ipsos Mori, nel 42% dei casi le piccole realtà non hanno un IT manager e le inevitabili decisioni relative all’IT sono spesso affidate a quello che può essere definito un Involuntary IT Manager”, ha commentato Vincenzo Esposito. “Il ruolo del Cloud provider è quindi fondamentale per aiutarle a identificare i servizi a maggior valore e a cogliere le opportunità del Cloud Computing. Ecco perché con questa nuova squadra, intendiamo confermare il nostro costante impegno per offrire una guida alle piccole aziende, sostenendo al contempo gli operatori del canale, che con le proprie competenze possono supportare il processo d’innovazione delle PMI e dell’intero Paese”.

A vantaggio delle PMI, non solo Microsoft offre molteplici soluzioni cloud in linea con gli attuali trend tecnologici, come la piattaforma di produttività Office 365, la soluzione per il Customer Relationship Management Dynamics CRM Online, la soluzione per la gestione e la sicurezza dei PC Windows Intune e la piattaforma di public cloud Windows Azure, ma s’impegna per offrire consulenza attraverso il proprio ecosistema di 27.000 Partner radicati sul territorio e per garantire costanti occasioni di formazione rivolte alle PMI. Il nuovo progetto “Digitali per crescere” è stato sviluppato proprio in questa prospettiva e, attraverso la collaborazione di molteplici attori pubblici e privati, intende accompagnare le PMI nel loro percorso di adozione del Cloud Computing e delle nuove tecnologie, anche attraverso un ciclo itinerante di eventi nelle principali città italiane.

Vincenzo Esposito ha la responsabilità di sviluppare piani efficaci per accompagnare le PMI in un percorso di crescita che faccia leva sulle potenzialità dei nuovi trend tecnologici e guida anche la definizione delle strategie di formazione e business rivolte al canale. 

Prima di entrare a far parte di Microsoft, Vincenzo Esposito ha trascorso 11 anni in Dell alla guida di importanti aree di business in Italia e in Europa ricoprendo posizioni quali EMEA End-User-Computing Director, EMEA Strategic Alliances Director, Sales Director Small & Medium Business South Europe e Country Manager di Dell Italy. In precedenza, ha lavorato presso la sede europea di Canon ad Amsterdam e in Unisys in diverse posizioni in ambito Marketing e Vendite.

Vincenzo Esposito ha una Laurea in Scienze Politiche conseguita alla LUISS di Roma e un MBA ottenuto presso la Henley Business School in Gran Bretagna. Vincenzo è sposato e ha 3 figli. Nel tempo libero ama sciare con la famiglia e gli amici, ascoltare la musica e andare al cinema. 

[1] Lo studio, commissionato da Microsoft a Ipsos Mori, ha coinvolto 22 mercati d'Europa ed è stato condotto tra Febbraio e Marzo 2013, intervistando i dipendenti a tempo pieno di piccole aziende con meno di 25 dipendenti.

Microsoft Srl

Fondata nel 1975, Microsoft offre in tutto il mondo a persone ed organizzazioni le migliori esperienze per ottenere di più dalle proprie attività. Offre una gamma completa di soluzioni, dispositivi e servizi cloud per consentire a tutti di migliorare i risultati delle proprie attività professionali e personali.

Ogni informazione relativa a Microsoft è disponibile al sito http://www.microsoft.it e http://www.microsoft.it/newscenter

 

Esegui ricerca

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

Power by Kalì